venerdì 22 gennaio 2016

Redesign your school: i progetti dei bambini

Durante le vacanze di Natale è iniziata la fase di progettazione individuale.
Ecco il testo della lettera che ho preparato per presentare il progetto alle famiglie e invitare gli alunni a dare libero sfogo alla loro fantasia per immaginare una classe e una scuola in cui sentirsi bene.


Redesign your school
Cari bambini e genitori, Redesign your school” è il progetto/concorso al quale aderiamo in questo anno scolastico. 
Si tratta di un’iniziativa della Triennale di Milano rivolta alle scuole di ogni ordine e grado, che si pone l’obiettivo di stimolare gli alunni a ridisegnare gli spazi (interni ed esterni) in cui si svolgono quotidianamente le attività educativo-didattiche. Il concorso intende avvicinare le istituzioni scolastiche alle tematiche dell’Esposizione Internazionale del 2016 che si svolgerà proprio a Milano, nei mesi di aprile, maggio e giugno 2016. Ogni classe deve presentare un unico elaborato, entro il 10 febbraio 2016. A breve, illustrerò nel blog i dettagli del progetto.

Come i bambini sanno, abbiamo già compilato e inviato la griglia di analisi della nostra classe/scuola ed ora occorre passare alla riprogettazione degli spazi. 
Per questo, come “compito” per le vacanze di Natale ogni bambino/a può iniziare individualmente a 

ideare il miglior spazio possibile per imparare, per sentirsi bene a scuola

Colori, pareti, pavimento, luci, angoli speciali (per tutti o solo per me, per fare che cosa?), misure, dimensioni, arredi particolari, luoghi per stare meglio, strumenti tecnologici e non, finestre (cosa vedo/cosa vorrei vedere?), giardino, cortile, mensa, biblioteca…. 
Questi alcuni degli elementi su cui soffermarsi, ma ce ne sono molti altri!

Chi vuole, può seguire questi spunti di lavoro.
  • Come ti piacerebbe che fossero la tua aula e la tua scuola? Quali attività vorresti fare nei diversi spazi?
  • Esci dalla classe/scuola così com’è ora ed entra nella “tua” nuova classe/scuola
  • Sogno una scuola così…
  • Sogno una classe così…
  • Descrivi e disegna, fai una piantina o un semplice modellino/plastico… Non c’è limite alla fantasia!
  • Se vuoi, con la collaborazione dei genitori, realizza un video nel quale presenti le tue idee. Il video può essere inviato alla mail classemolino@gmail.com oppure, se pesante, caricato su chiavetta e portato a scuola l’11 gennaio.

Spazio dunque alla fantasia: sogna e immagina qualcosa che non c’è!


Buon Natale e buone fantasie a tutti!
Emanuela

Ed ecco il risultato: disegni, modellini, descrizioni, ricerche in internet, piantine, video.
Le idee su cui lavorare non mancano davvero!

La scuola di Chiara: "Una scuola aperta al mondo":
occhiali virtuali come un "tappeto volante" per studiare la storia e la geografia, collegamenti via Skype con bambini di altri paesi per parlare con loro in inglese, mappamondo interattivo, laboratori di cucina.
E ancora, contaminazioni dall'Expo: sperimentare aromi e odori come al Children Park; visitare dall'alto il mondo, come nel padiglione della Malesia.

clicca sulle foto per ingrandirle

La scuola di Luca C: postazioni con tablet per fare ricerche in Google, ma anche per giocare durante l'intervallo; tappetino e attrezzi per fare movimento; orto, frutteto e animali in giardino...

          
 La classe di Arianna: più grande, 
banchi più spaziosi, 
pareti fonoassorbenti, area relax.

                                                     
                       
Giorgia: progettazione con i Lego!


Il video di Giorgia è visibile qui.


Le idee per la classe di Michele.


Il video di Michele è visibile qui.


Il progetto di Matteo M: tecnologia, ma non solo...


Il video di Matteo è visibile qui.


I disegni dei bambini: spazi, arredi, interni, esterni... ma non solo… 
progettazioni "pensate" anche in funzione della didattica!

Nessun commento:

Posta un commento